MENU
Visit Us On Facebook

Dalla salamandrina dagli occhiali alle balenottere comuni, i tesori nascosti dell’Italia che non ti aspetti con Marco Colombo


immagine-principale
 
Sabato 24 ottobre 2015 ore 19.30
Fondazione Luciana Matalon
Foro Buonaparte, 67
20121 Milano

La fotografia naturalistica non dovrebbe avere il solo ruolo estetico di “delizia” per gli occhi o soddisfazione personale, ma anche una forte componente di sensibilizzazione alle tematiche ambientali nei confronti del grande pubblico.
Attraverso una serie di immagini scattate alla natura italiana, l’autore accompagnerà gli spettatori in un viaggio “virtuale” tra le ricchezze del nostro Paese, evidenziando specie emblematiche ed altre meno note, problematiche di conservazione annesse e piccoli aneddoti degli inconvenienti del lavoro su campo del fotografo naturalista, anche in ambienti delicati come le grotte sommerse.

Tutti gli incontri sono gratuti, è obbligatoria la prenotazione.
Ingresso riservato ai soci dell’Associazione culturale Radicediunopercento con tessera 2015.
La tessera associativa viene rilasciata con il biglietto della mostra Wildlife Photographer of the Year.

RELATORE

colombo_200

Nato nel 1988, dice di sè: “Mi interesso di natura da quando i miei sensi me lo permettono”.
Questa sua grande passione l’ha portato negli anni a laurearsi in Scienze Naturali all’Università degli Studi di Milano.
Docente di corsi di fotografia naturalistica e workshop, si occupa prevalentemente di divulgazione scientifica.
Istruttore di immersione subacquea CMAS M1, guida ambientale certificata AIGAE (numero tessera LO414) e docente di biologia marina presso società ReD Sub (Castellanza, VA).
Negli ultimi anni si è affermato anche come fotografo naturalista, infatti diverse sue foto hanno vinto o ricevuto menzioni speciali in concorsi nazionali e internazionali, tra i quali spiccano il primo premio assoluto nella sezione Ritratti animali del Wildlife Photographer of the Year 2011, con la foto Sinuosità e il Festival Mondial de l’Image Sous-Marine 2014, Plongeur de Bronze (portfolio), concorso fondato da Jacques-Yves Cousteau nel 1973 con lo scopo di divulgare l’ambiente marino in tutte le sue forme, giudica ogni anno i più bravi fotografi subacquei provenienti da tutti i paesi del mondo.
Vanta decine di pubblicazioni scientifiche e articoli divulgativi.
E’ autore del libro Paludi e squame: rettili e anfibi d’Italia (Punto Marte editore).

Leggi la biografia completa
 

Radiceunopercento- testo home
 
 
 

0
2701
0