MENU
Visit Us On Facebook

La natura ai piedi del Grappa: incontro con Valter Binotto


Pollination of a hazel tree Possagno,TV - Italy

Giovedì 09 novembre 2017 ore 19.00
Fondazione Luciana Matalon
Foro Buonaparte, 67 – Milano

Ingresso gratuito riservato ai soci 2017 di Radicediunopercento.

DESCRIZIONE DELLA SERATA
Una prima serie di immagini commentate ci condurranno a conoscere non solo la natura ma anche il territorio. Nella seconda parte una serie di proiezioni ci porteranno a conoscere da vicino la vita di alcuni abitanti di questo splendido luogo a due passi da casa.

RELATORE
binottoValter Binotto: fotografo per passione, non per professione.
Abita a Possagno, un paesino ai piedi del monte Grappa, in provincia di Treviso.
Principalmente fotografa la natura ‘’a due passi da casa’’. Questo non perché non sia attratto dalla natura lontana, anzi tutt’altro. Piuttosto, trova che vicino a casa, ogni occasione sia buona per poterci andare. Può seguire l’andamento delle stagioni, nelle stagioni può seguire i mutevoli scenari che si presentano di giorno in giorno.
A due passi da casa ha il Monte Grappa, la prima grande montagna che lo sguardo incontra dalla pianura veneta orientale. A due passi da casa trova i morenici colli Asolani, il tutto inserito tra due grandi fiumi: Piave e Brenta. Di questi luoghi, che segue con costanza da sempre, ne è diventato inconsapevole testimone, conoscitore e promotore.
Attraverso la fotografia di natura cerca di promuoverne la salvaguardia. E ‘convinto che solo se riusciamo a farla amare e rispettare potremmo farla conoscere anche a chi verrà dopo di noi. Per questo collabora con associazioni per la tutela della natura, in particolare con la locale sezione della Lipu dove, anche attraverso la fotografia, si impegna nella tutela dell’ambiente circostante.
Grazie alle nuove possibilità ed alle tecnologie che la fotografia digitale ci offre, segue il movimento della natura, la lenta rotazione delle stelle, lo sbocciare di un fiore, la divisione cellulare o la nascita di una farfalla. Utilizzando la tecnica del ‘’Time-lapse” rende visibile ciò che l’occhio umano altrimenti non può vedere.
Con le foto scattate a due passi da casa è stato premiato ai più importanti concorsi di fotografia naturalistica internazionali tra cui il Wildlife Photographer of the Year dove ha ricevuto due menzioni (2011 e 2013) e dove nel 2016 è stato premiato come vincitore di categoria nella sezione mondo vegetale.

Radiceunopercento- testo home

0
378
0