MENU
Visit Us On Facebook

Viviano Domenici

VIVIANO SAHARA

Nato a Livorno nel 1940, creatore e per decenni caporedattore delle pagine “Scienza” del Corriere della Sera.
Si occupa prevalentemente di antropologia, archeologia e paleontologia, grazie a queste competenze, come inviato del Corriere, ha partecipato a decine di spedizioni scientifiche negli angoli più remoti del pianeta, sempre alla ricerca di tribù isolate, civiltà scomparse da millenni e, soprattutto, storie da raccontare.
Nel 2015 è entrato a far parte del comitato scientifico dell’Associazione Culturale Radicediunopercento.
 
Ecco alcuni dei reportage che ha realizzato come inviato del Corriere:

 
CRISI CLIMATICHE E DISASTRI ECOLOGICI

Amazzonia: Nel nord del Brasile con gruppi di Indios Yanomami in occasione dei grandi incendi; Che cosa c’è dietro il fenomeno degli incendi. Il declino degli indios, le industrie del legname, le ricerche minerarie, disboscamenti e allevamenti di bestiame.

Isola di Pasqua: Scavi archeologici e indagine storico-antropologica nell’isola che fu annientata dall’eccessivo sfruttamento dell’ambiente.

Kazakstan: Il Lago di Aral è morto. Il sogno sovietico di trasformare le Repubbliche centro-asiatiche in grandi produttrici di cotone ha ucciso un lago e avvelenato un intero popolo ora dichiarato in fase pre-cancerogena; un laboratorio segreto di armi batteriologice sull’isoletta in mezzo al lago).

Libia: Ricerca arte rupestre del Fezzan e storia della grande crisi climatica che portò alla desertificazione del Sahara e uccise una civiltà millenaria.
 
POPOLI E TRIBU’

Botswana: con i Boscimani nel deserto del Kalahari. Le grandi barriere metalliche che interrompono le migrazioni degli animali.
Il deserto dato in concessione alle grandi imprese di estrazione mineraria. I boscimani scacciati dalla loro terra e rinchiusi in due grandi campi di “reinserimento”. Un dramma che l’Occidente finge di non conoscere.

Terra del Fuoco: nell’Ottocento, cinque tribù indigene furono sterminate da cacciatori di indios che ricevevano una sterlina per ogni indio ucciso e mutilato. Un ingegnere ungherese si autonominò re della Terra del Fuoco e organizzò la caccia agli indios.

Tasmania: un intero popolo sterminato con veleni e fucilate (anche questa è una storia dell’Ottocento, ma ora gli eredi rivogliono gli antichi territori); intervista ad Hobart con il capo del movimento indigenista che ora chiede la restituzione dei territori ancestrali.

Irian Jaya (Nuova Guinea): con una tribù di pigmei cannibali che ancora scheggiano armi di pietra.
 
CIVILTA’ SCOMPARSE E VERE MERAVIGLIE

Iran: Persepoli, la città-teatro dei Re Achemenidi;
Mali: tra i villaggi di fango dei Dogon;
Stati Uniti: nelle città dei Pellerossa che costruivano palazzi;
Indonesia: A Sulawesi nei villaggi-barca dei Toraja;
Messico: Calakmul, la metropoli dei Maya nella foresta dello Yucatan;
Cappadocia: il Paese dei “camini di fate” e delle città sotterranee;
Polinesia: ricerche storico-archeologiche alle Isole Marchesi;
Perù: diverse spedizioni archeologiche relative alle civiltà preincaiche
(Chavin, Nazca, Chachapoia, etc);
Colombia: reportage della Ciudad Perdida degli indios Tairona e Kogi;
Messico: con gli esploratori nella foresta El Ocote in Chiapas;
Australia: tre spedizioni di ricerca sull’arte rupestre aborigena;
Turkmenistan: scavi archeologici civiltà delle Oasi;
Kazakhstan: scavi archeologici nel “deserto nero”; tombe degli Sciti;
Sudan: piramidi e tesori dei Faraoni Neri
Madagascar: l’isola dove nacque Libertaria, la Repubblica dei pirati
 
DINOSAURI E OMINIDI

Brasile e Bolivia: ricerca di orme fossili di dinosauri;
Mongolia: ricerca fossili di uova e scheletri di dinosauri;
Tanzania: nella Olduvai Gorge, tra ominidi di 2 milioni di anni fa
Altri viaggi lo hanno portato in Guatemala, Etiopia, Sudafrica, Ecuador.
 
HA PUBBLICATO

Uomini nelle gabbie. Dagli zoo umani delle Expo al razzismo della vacanza etnica. (Il Saggiatore 2015).

C’è qualcuno là fuori con Margherita Hack. (Sperling & Kupfer, 2013). Alla ricerca della vita extraterrestre. Le indagini della scienza e gli inganno della fantarcheologia.

A cena coi cannibali (De Agostini, 2011)

Notte di stelle. Le costellazioni fra scienza e mito: le più belle storie scritte nel cielo. Con Margherita Hack. (Sperling & Kupfer. 2010).

Altri naufragi. Storie d’amore e d’avventura (De Agostini 2010): trentaquattro storie raccolte nelle isole di mezzo mondo.

Alla ricerca di sette meraviglie. Reportage dal mondo degli uomini. (Ponte alle Grazie, 2008). Raccolta di articoli di viaggio pubblicati sul Corriere della Sera.

Le rotte dei ribelli (2004), un volumetto con storie di esploratori, avventurieri e sognatori pubblicato nella collana “Firme” del Corriere della Sera.

Nodi segreti degli Incas (Sperling & Kupfer, 2003). Saggio su alcuni antichi documenti, finora sconosciuti, che hanno svelato nuovi aspetti della civiltà degli Incas. Scritto con il figlio Davide, archeologo e docente di Storia e cultura delle civiltà Precolombiane, Università di Bologna.

Terra di Arnhem Land, le caverne della memoria. (Electa 2001) Curatore e coautore di un saggio sull’arte aborigena australiana realizzato dopo tre spedizioni di ricerca in Australia.

Dinosauri, piramidi e tribù – Einaudi Scuola (1999). Raccolta di una dozzina di articoli relativi ad altrettanti viaggi, originariamente pubblicati sul Corriere della Sera (Terza pagina o pagine scientifiche).

Ha inoltre pubblicato alcune monografie su tematiche diverse (Medicina antica, Culture precolombiane, Origini dello sport).

HA RICEVUTO DIVERSI PREMI GIORNALISTICI TRA CUI:

Premio Chiusi (Anno degli Etruschi / Istituto Italiano di Studi Etruschi);
Premio Galestro (Regione Toscana / Scavi sub. Isola del Giglio);
Premio Cagliari (Regione Sardegna / Scavi Monte d’Accoddi);
Premio Mazzotti-Gambrinus per un libro di esplorazione;
Premio “In difesa della Ragione” (Cicap, Padova)
Premio Cavalli d’Oro di San Marco (Istituto Veneto Lettere ed Arti)
Premio Neos dell’Associazione Giornalisti di viaggio.