MENU
Visit Us On Facebook

Workshop pratico di fotografia Macro nell’appennino modenese


Foto appennino modenese 980

Data e orario:
Sabato 5 maggio 2018, dalle ore 10.00 alle ore 17.00
Appennino modenese

Vuoi regalare il corso ad un’amico?
Richiedi il buono regalo con due semplici CLICK
buono regalo Macro

Per info e prenotazioni:
info@radicediunopercento.it
+39 3482506498


I colori della primavera nell’Appennino modenese

Non è indispensabile raggiungere mete estere e lontane al fine di osservare specie animali e vegetali spettacolari ed interessanti: a volte, queste si nascondono alla vista umana ma vivono a pochi passi dalle case anche in Italia. Il nostro Paese infatti vanta una biodiversità eccezionale, essendo popolato anche da molte entità endemiche (cioè esclusive) di questo territorio, seppur antropizzato. Cambiare la propria scala di osservazione permette di ritrovare soggetti adatti alla fotografia naturalistica anche in pochi metri quadri di prato o bosco. Durante questo workshop ci muoveremo nella zona dell’Appennino modenese per trovare soggetti adatti alla macrofotografia: rare orchidee spontanee, insetti e altri piccoli animali, dettagli di foglie.

Località e orario di ritrovo: bar Puccini, Via Fondovalle, 2932, Marano Sul Panaro (MO); ore 9:30.
Attrezzatura necessaria: scarponi da trekking, giacca, borraccia, berretto, pantaloni lunghi, occhiali da sole.

foto coleottero 300 pixelAttrezzatura fotografica consigliata: reflex, obiettivo zoom base, grandangolare, macro, tubi di prolunga, lenti addizionali, flash, cavalletto. Possedere queste attrezzature non è vincolante e anzi sono ben accetti anche partecipanti con un solo obiettivo o con fotocamere compatte o bridge, poiché verranno comunque fornite informazioni relative alla composizione e all’ottimizzazione dell’utilizzo di ciò di cui si è in possesso. La fotografia vive di idee e non solo di attrezzature all’ultimo grido.
Requisiti richiesti/difficoltà: l’escursione è di difficoltà facile.
Note aggiuntive: il periodo scelto è usualmente il migliore per poter vedere le orchidee, ma a seconda degli anni vi sono delle oscillazioni imprevedibili per cui le fioriture possono essere in anticipo o in ritardo.

colombo_200

Docente: Marco Colombo
Fotografo, autore, divulgatore scientifico
Laureato presso l’Università degli Studi di Milano in Scienze Naturali, lavora nell’ambito della divulgazione scientifica e della fotografia naturalistica professionale.

La sua grande passione per la natura l’ha portato a diventare uno dei più importanti fotografi naturalisti del panorama nazionale ed internazionale.
Nel 2016 si è riconfermato vincitore al Wildlife Photographer of the Year, (già premiato nel 2011), il concorso, di proprietà del National History Museum di Londra, è la più importante competizione di fotografie naturalistiche al mondo.
Marco è docente di corsi di fotografia naturalistica e di workshop pratici (Parco Nazionale d’Abruzzo, Parco Nazionale Gran Paradiso…) nei quali fonde le sue grandi competenze tecnico\scientifiche* a doti di straordinaria comunicabilità che fanno di lui un grande insegnante. Per queste sue qualità è spesso ospite in trasmissioni televisive quali Lineablu e Geo in qualità di esperto.
Numerose sue foto hanno vinto o ricevuto menzioni speciali in concorsi internazionali, tra i quali Asferico, GDT European Wildlife Photographer of the Year e Festival Mondial de l’Image Sous-Marine e ovviamente anche al Wildlife Photographer of the Year, nel 2011 e nel 2016!
i tesori del fiumeSue foto, articoli scientifici e divulgativi sono stati pubblicati su diverse riviste del settore; E’ autore e coautore di libri di identificazione e fotografici, oltre che di numerose mostre sulla natura italiana, proiezioni e conferenze.

Nel 2016 pubblica il suo ultimo libro I tesori del fiume (Pubblinova edizioni Negri).

*Istruttore di immersione subacquea CMAS M1,
*guida ambientale certificata AIGAE (numero tessera LO414)
*docente di biologia marina presso società ReD Sub (Castellanza, VA)

Una curiosità: da giovanissimo ha scoperto un ragno in Sardegna sconosciuto alla comunità scientifica, ora conosciuto come Ragno Nuragico.

Leggi la biografia completa

macioce_200DOCENTE: Antonio Macioce
Nato ad Aquino nel 1970, all’età di quindici anni si avvicina alla fotografia coniugandola alla passione per la natura. Le sue foto sono state pubblicate su diverse riviste fotografiche e naturalistiche, ed è stato ospite in trasmissioni televisive RAI come Geo&Geo e Alle falde del Kilimangiaro; collabora con enti e Parchi Nazionali e Regionali, ed è affiliato all’Università Alma Mater di Bologna e alla Scuola di Fotografia APAB di Firenze per tirocini con studenti. Organizza workshop foto-naturalistici in tutto il territorio nazionale ed anche nei Paesi confinanti. Fotografa la natura a 360 gradi ma ha un amore viscerale per i grandi predatori italiani.

 

Per info e prenotazioni:
info@radicediunopercento.it
+39 3482506498

VEDI TUTTI I WORKSHOP IN PROGRAMMA

 

Radiceunopercento- testo home

 

0
329
0