MENU
Visit Us On Facebook

Hanno collaborato


Baglioni 300x83 pixel   Alessandro Bee 300x83 pixel   Emanuele Biggi 300x83 pixel

Valter Binotto 300x83 pixel   Roberta Castiglioni 300x83 pixel   Colombo 300x83 pixel

Daniela De Donno 300x83 pixel   Eleonora De Sabata 300x83 pixel   Riquadro per sito con Viviano Domenici 300x83 pixel

Davide Donati 300x83 pixel   Luca Lupi 300x83 pixel   Macioce 300x83 pixel

Antonio Marchitelli 300x83 pixel   Mellone 300x83 pixel   Antonio Peruz 300x83 pixel   

Simone Sbaraglia 300x83 pixel   Sea Shepherd 300x83 pixel   Lorenzo Shoubridge 300x83 pixel

Marco Stoppato 300x83 pixel   Taranto 300x83 pixel   Tomasinelli 300x83 pixel

Stefano Unterthiner 300x83 pixel   Urso 300x83 pixel   Veronesi 300x83 pixel
 
 
 
Baglioni 300x83 pixel

ATTIVITA’ 2019/2020
ARCHIVIO ATTIVITA’

Allori affiancati Baglioni 255x107pixel

Stefano Baglioni

Nasce a Bologna l’11 marzo del 1972. Nella vita fa il tipografo, ma dal 2006 nutre una grande passione per la fotografia. Con tenacia, sacrificio, tanto studio, molta pratica e l’umiltà di chi sa che non si finisce mai di imparare, raggiunge grandi soddisfazioni personali: Menzioni d’Onore a Asferico 2012, 2013, 2015; Menzione d’onore al Maria Luisa 2013, Vincitore Categoria Piante Glanzlichter 2016, Finalista al Wildlife Photographer of the Year nel 2018 e nel 2016.
Ama la Natura e vi trae spunto per la maggior parte delle sue fotografie nelle quali cerca di esprimere le forti emozioni che prova.
E’ attratto dalla semplicità delle cose: a ben osservarle, celano l’affascinante complessità di mondi straordinari. Pur non perdendo d’occhio la tecnica, segue l’istinto e cerca l’originalità, convinto che la fotografia possa comunicare ciò che la sua voce non riesce.

freccetta TOP
 
 
 
Alessandro Bee 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Allori Bee 122x107pixel
Alessandro Bee

fotografo naturalista di livello internazionale. Laureato in Scienze Naturali, ha conseguito un master in comunicazione della scienza. Da anni si dedica all’insegnamento delle scienze, alla conservazione della natura e alla comunicazione scientifica. Ha ricevuto significativi riconoscimenti in ambito fotografico come quattro premi al prestigioso concorso internazionale Wildlife Photographer of the Year, del Natural History Museum di Londra.
La primatologa di fama mondiale Jane Goodall, Messaggero di pace per l’ONU e medaglia d’oro dell’Unesco, ha scritto l’introduzione della sua mostra “In Africa” e ha inaugurato varie mostre fotografiche di Alessandro. Le sue opere sono state esposte in diverse sedi internazionali, tra cui il Manege Museum Central Exhibition Hall di San Pietroburgo. Ha esposto mostre personali presso le National Geographic Store Galleries di Londra e di Singapore.”

freccetta TOP
 
 
 

Emanuele Biggi 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Allori affiancati Biggi
Emanuele Biggi

Naturalista, fotografo naturalista con un dottorato in Scienze Ambientali Marine ed un’enorme passione per le tematiche naturali. Presentatore televisivo nella trasmissione Geo su Rai3, ha vinto inoltre diversi concorsi fotografici come il prestigioso Wildlife Photographer of the Year nel 2018 e nel 2011.

Dal settembre 2017 è membro associato della International League of Conservation Photographers.

Fotografo e comunicatore scientifico, specializzato nello studio e nella ripresa degli animali più insoliti e meno conosciuti, quali ragni, anfibi e rettili, che cerca qui in Italia o durante spedizioni in Africa e in Sud America…

Leggi la biografia completa

freccetta TOP
 
 
 

Valter Binotto 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Allori affiancati Binotto 446x107pixel

Valter Binotto

Fotografo naturalista per passione.
E’ stato premiato ai più importanti concorsi di fotografia naturalistica internazionali tra cui il Wildlife Photographer of the Year dove ha ricevuto due menzioni (2011 e 2013) e dove nel 2016 è stato premiato come vincitore di categoria nella sezione mondo vegetale.

Abita a Possagno, un paesino ai piedi del monte Grappa, in provincia di Treviso.
Principalmente fotografa la natura ‘’a due passi da casa’’. Questo non perché non sia attratto dalla natura lontana, anzi tutt’altro. Piuttosto, trova che vicino a casa, ogni occasione sia buona per poterci andare. Può seguire l’andamento delle stagioni, nelle stagioni può seguire i mutevoli scenari che si presentano di giorno in giorno.
A due passi da casa ha il Monte Grappa, la prima grande montagna che lo sguardo incontra dalla pianura veneta orientale. A due passi da casa trova i morenici colli Asolani, il tutto inserito tra due grandi fiumi: Piave e Brenta. Di questi luoghi, che segue con costanza da sempre, ne è diventato inconsapevole testimone, conoscitore e promotore.
Attraverso la fotografia di natura cerca di promuoverne la salvaguardia. E ‘convinto che solo se riusciamo a farla amare e rispettare potremmo farla conoscere anche a chi verrà dopo di noi. Per questo collabora con associazioni per la tutela della natura, in particolare con la locale sezione della Lipu dove, anche attraverso la fotografia, si impegna nella tutela dell’ambiente circostante.
Grazie alle nuove possibilità ed alle tecnologie che la fotografia digitale ci offre, segue il movimento della natura, la lenta rotazione delle stelle, lo sbocciare di un fiore, la divisione cellulare o la nascita di una farfalla. Utilizzando la tecnica del ‘’Time-lapse” rende visibile ciò che l’occhio umano altrimenti non può vedere.

freccetta TOP
 
 
 

Roberta Castiglioni 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Roberta Castiglioni

Zoologa. Laureata in Scienze Naturali.
Membro del C.D. della Società Italiana di Scienze Naturali (SISN) di cui è socio dal 1997. Fondatore del Centro Studi Fauna Vertebrata. “Luigi Cagnolaro” (CSFV) della SISN, ne è stata Responsabile dal 2003 al 2008 e dal 2015 ad oggi. Ha svolto ricerche sui primati (Macaca nemestrina) al Centro Ricerche Primati Ospedale San Raffaele a Milano e in Marocco (Macaca sylvanus). Ha svolto ricerche sulla marmotta alpina, sulla nutria, sui lemuri e sulla distribuzione storica dell’orso e del lupo. Attualmente è responsabile di vari progetti sulla fauna tra i quali spiccano il progetto “Ibis sacro in Lombardia” e “Parrocchetto monaco in Lombardia”. E’ stata curatrice e relatrice di molti cicli di conferenze naturalistiche, pubblicazioni e mostre. Socio fondatore del Centro Studi Storico Naturalistici della SISN. Correlatore di numerose tesi di laurea in Scienze Biologiche e Scienze Naturali. E’ titolare della Darwin-Ricerca e Divulgazione Naturalistica, dal 1999 dirige la ricerca e la divulgazione scientifica del Parco Faunistico Le Cornelle. Consulente scientifico e conduttrice di trasmissioni televisive per Mediaset/Rai/Sky. Leggi il curriculum…

freccetta TOP
 
 
 
Colombo 300x83 pixel
ATTIVITA’ 2019/2020
ARCHIVIO ATTIVITA’
Allori affiancati 400x107pixel

Marco Colombo
Naturalista, fotografo, autore, divulgatore scientifico

Laureato presso l’Università degli Studi di Milano in Scienze Naturali, lavora nell’ambito della divulgazione scientifica e della fotografia naturalistica professionale.
La sua grande passione per la natura l’ha portato a diventare uno dei più importanti fotografi naturalisti del panorama nazionale ed internazionale.
Nel 2018 si è riconfermato vincitore al Wildlife Photographer of the Year, (già premiato nel 2016 e 2011), il concorso, di proprietà del National History Museum di Londra, è la più importante competizione di fotografie naturalistiche al mondo.
Marco è docente di corsi di fotografia naturalistica e di workshop pratici (Parco Nazionale d’Abruzzo, Parco Nazionale Gran Paradiso…) nei quali fonde le sue grandi competenze tecnico\scientifiche* a doti di straordinaria comunicabilità che fanno di lui un grande insegnante. Per queste sue qualità è spesso ospite in trasmissioni televisive quali Lineablu e Geo in qualità di esperto.
Numerose sue foto hanno vinto o ricevuto menzioni speciali in concorsi internazionali, tra i quali Asferico, GDT European Wildlife Photographer of the Year e Festival Mondial de l’Image Sous-Marine e ovviamente anche al Wildlife Photographer of the Year, nel 2011 e nel 2016!
i tesori del fiumeSue foto, articoli scientifici e divulgativi sono stati pubblicati su diverse riviste del settore; E’ autore e coautore di libri di identificazione e fotografici, oltre che di numerose mostre sulla natura italiana, proiezioni e conferenze.

Nel 2016 pubblica il suo ultimo libro I tesori del fiume (Pubblinova edizioni Negri).

*Istruttore di immersione subacquea CMAS M1,
*guida ambientale certificata AIGAE (numero tessera LO414)
*docente di biologia marina presso società ReD Sub (Castellanza, VA)

Una curiosità: da giovanissimo ha scoperto un ragno in Sardegna sconosciuto alla comunità scientifica, ora conosciuto come Ragno Nuragico.

Leggi la biografia completa

freccetta TOP
 
 
 

Daniela De Donno 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Daniela De Donno

Biologa, inizia la sua collaborazione nel Burundi con Jane Goodall presso il centro “Chimpanzee Half-way House” del Jane Goodall Institute (JGI), Lavora per le Nazioni Unite in qualità di Coordinatore degli Osservatori Internazionali dell’ONU per le regioni Kigoma e Ruha. In seguito all’arrivo dei rifugiati dal Burundi in Tanzania, alla stesura di un progetto dell’Unione Europea per la tutela delle aree colpite dall’afflusso dei rifugiati. Nel 1995 inizia a collaborare in Tanzania con “Sanganigwa Children’s Home”, centro di accoglienza per bambini orfani di AIDS e crea nel 1998 un programma di sostegno in loro favore coinvolgendo privati cittadini ed enti.
Nel 1998 fonda il Jane Goodall Institute Italia per l’Uomo, gli Animali e l’Ambiente (JGI Italia onlus), Organizzazione di Protezione Ambientale riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente impegnata in Africa e in Italia in progetti di conservazione incentrati sullo sviluppo delle comunità locali, per la tutela della natura e degli scimpanzé e per la promozione, in particolare tra i giovani, di un’educazione alla sostenibilità e di un’etica civile.
Nel 2002 riceve il “Mimosa d’Oro”, per l’impegno ambientale e umanitario, nel 2008 il “Muse del Salento”, nel 2016 l’Alto Riconoscimento Virtù e Conoscenza patrocinato da Ministero della Cultura e Regione Puglia. Nel 2017 riceve il premio “Terre de Femmes” della Yves Rocher-Institute de France. Il suo CV è in Merito al femminile. Talenti di donne tra lavoro e vita privata, pubblicazione patrocinata dal Ministero del Lavoro. Sotto la sua direzione nel 2010 the Jane Goodall Institute Italia riceve il premio “La Lupa città di Roma”.

freccetta TOP
 
 
 

Eleonora De Sabata 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Eleonora De Sabata

E’ la curiosità di scoprire e il gusto nel raccontare, il tratto distintivo di Eleonora de Sabata, giornalista e fotografa di mare, che unisce un’intensa attività di esplorazione sottomarina al giornalismo, la divulgazione e la ricerca scientifica. Da trent’anni, la diffusione della cultura del mare è il suo impegno principale. Attualmente è coordinatrice del progetto europeo Clean Sea Life, campagna di sensibilizzazione che unisce subacquei, pescatori, diportisti, ragazzi e cittadini nella difesa del mare, e del progetto Stellaris sullo squalo gattopardo.

freccetta TOP
 
 
 

Riquadro per sito con Viviano Domenici 300x83 pixel

Viviano Domenici

Nato a Livorno nel 1940, creatore e per decenni caporedattore delle pagine “Scienza” del Corriere della Sera.
Si occupa prevalentemente di antropologia, archeologia e paleontologia, grazie a queste competenze, come inviato del Corriere, ha partecipato a decine di spedizioni scientifiche negli angoli più remoti del pianeta, sempre alla ricerca di tribù isolate, civiltà scomparse da millenni e, soprattutto, storie da raccontare.
Nel 2015 è entrato a far parte del comitato scientifico dell’Associazione Culturale Radicediunopercento.

Viviano ha ricevuto molti premi giornalistici e oltre ad essere autore di diversi libri, ha realizzato reportage su svariate tematiche:
– Crisi climatiche e disastri ecologici
– Popoli e tribu
– Civiltà scomparse e vere meraviglie
– Dinosauri e ominidi

>> Leggi la biografia completa…
freccetta TOP
 
 
 

Davide Donati 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Davide Donati

Davide Donati (Bologna, 12 agosto 1975) botanico ed esploratore italiano.
Tra gli esploratori botanici italiani più attivi, nel recente passato ha scoperto e descritto almeno 15 nuove specie appartenenti principalmente alle famiglie delle Cactaceae e delle Crassulaceae, citate anche su quotidiani e riviste specializzate. Tra queste specie vi è Corynopuntia guccinii, un cactus dedicato nel 2010 al cantautore Francesco Guccini. Membro del Gruppo di Ecologia e Diversità Vegetale dell’Università di Bologna.
freccetta TOP
 
 
 

Luca Lupi 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Luca Lupi

classe 1966, è un esploratore, fotografo e scrittore.
Durante gli studi universitari ha fondato la Vulcano Esplorazioni e avvalendosi della collaborazione di vulcanologi italiani e stranieri, ha studiato e organizzato numerose spedizioni scientifiche ed naturalistiche sui vulcani italiani e greci, e nelle aree vulcaniche di Islanda, Africa Orientale, Centro e Sud America.
Considerato uno dei massimi esperti al mondo dell’area della Dancalia, porzione settentrionale del triangolo degli Afar, nel gennaio 2012 ha presentato al congresso internazionale di geologia Magmatic Rifting & Active Volcanism Conference, svoltosi ad Addis Abeba, la prima carta geologica-escursionistica della Dancalia mai realizzata prima dalla quale sono nati anche due carte in rielievo dell’area.

freccetta TOP
 
 
 
Macioce 300x83 pixel
ATTIVITA’ 2019/2020
ARCHIVIO ATTIVITA’

Antonio Macioce

Nato ad Aquino nel 1970, all’età di quindici anni si avvicina alla fotografia coniugandola alla passione per la natura. Le sue foto sono state pubblicate su diverse riviste fotografiche e naturalistiche, ed è stato ospite in trasmissioni televisive RAI come Geo&Geo e Alle falde del Kilimangiaro; collabora con enti e Parchi Nazionali e Regionali, ed è affiliato all’Università Alma Mater di Bologna e alla Scuola di Fotografia APAB di Firenze per tirocini con studenti. Organizza workshop foto-naturalistici in tutto il territorio nazionale ed anche nei Paesi confinanti. Fotografa la natura a 360 gradi ma ha un amore viscerale per i grandi predatori italiani.

freccetta TOP
 
 
 

Antonio Marchitelli 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Antonio Marchitelli

Presidente GOL
Gruppo Ornitologico Lombardo

Da sempre impegnato nella militanza sociale e nell’impegno civile, considera la fotografia naturalistica un mezzo per avvicinare le persone ai temi dell’ambiente e della natura. Ha una sconfinata passione per tutto quello che riguarda l’ambiente: i parchi naturali, le montagne, i fiumi, le paludi e le terre del Nord, Finlandia, Islanda, Olanda, Danimarca. Da alcuni anni è impegnato nel Parco Adda Sud come Guardia Ecologica Volontaria, nell’ambito del Gruppo di Rilevamento Ambientale. È attivo nei censimenti dell’avifauna, nel monitoraggio delle garzaie e nella redazione del periodico del Parco “Il Ligustro”. È autore di numerose e belle pubblicazioni (libri e dvd) che testimoniano il suo grande impegno.
freccetta TOP
 
 
 
Mellone 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’
Ugo Mellone

E’ un fotografo, ricercatore e consulente per documentari. Nato a Lecce nel 1983, si è laureato in Scienze Naturali all’Università di Pavia. Si è poi trasferito in Spagna, dove ha conseguito un dottorato di ricerca studiando le migrazioni dei rapaci attraverso la tecnica della telemetria satellitare, e pubblicando oltre 30 articoli scientifici sull’argomento. Ha partecipato a ricerche e progetti di conservazione in vari paesi del bacino del Mediterraneo, cosí come in Svezia, Argentina e Sahara Occidentale. Nel 2015 ottiene due fotografie selezionate nel premio “Wildlife Photographer of the Year”: la vincitrice della categoria Invertebrati e una finalista della categoria Paesaggi. Le sue fotografie sono state pubblicate su riviste come BBC Wildlife Magazine, Terre Sauvage, New Scientist, Nat’Images, Asferico, Naturfoto, Roots, Quercus, e l’edizione spagnola di National Geographic. Attualmente vive e lavora in Spagna.

freccetta TOP
 
 
 

Antonio Peruz 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Antonio Peruz

Vice-Presidente GOL
Gruppo Ornitologico Lombardo

Socio GOL dal 1995, coordina le attività di Segreteria e del Consiglio Direttivo. Ha partecipato a vari censimenti per lo studio e la conservazione dell’Avifauna: Parco Ticino, Parco Villa Ghirlanda Silva, Orto Botanico Brera, Oasi Naturalistica Lago Boscaccio, Riserva Naturale Sorgenti Muzzetta, International Waterbirds Census (IWC), Riserva Borromeo di Corneliano. Organizza personalmente le serate fotografiche al Museo di Storia Naturale di Milano e tiene i contatti con la Redazione della rivista PICUS.
freccetta TOP
 
 
 


Simone Sbaraglia 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Allori affiancati Sbaraglia

Simone Sbaraglia

è uno dei fotografi naturalisti italiani più premiati negli ultimi anni, viaggia costantemente nei cinque continenti per documentare la bellezza, l’armonia e la fragilità del nostro pianeta, nella speranza che possa essere preservato per le generazioni future.

Nord e Sud America, Europa, Canada, Alaska, Africa ed Asia, i reportage naturalistici di Simone sono pubblicati sulle più importanti riviste di natura e su molte testate nazionali ed estere.

Le fotografie di Simone Sbaraglia hanno ricevuto i più prestigiosi riconoscimenti internazionali: Campionato Italiano Oasis photo Contest nel 2012, il primo Premio Small World al Concorso internazionale Nature’s Best Photography nel 2013, il Primo Premio mammiferi nel prestigioso Glanzlichter International Photography Competition che ha vinto, unico al mondo, per tre anni consecutivi 2012, 2013 e 2014, l’ambitissimo ZSL Animal Photography Prize 2014 e nel 2014 una delle sue immagini è stata premiata al Wildlife Photographer of the Year nel 2014.

Le sue foto sono state esposte in Italia, Regno Unito, Francia USA Canada ed ospitate tra gli altri dallo Smithsonian Natural History Museum di Seattle e dalla Lennox Contemporary Gallery di Toronto.
Leggi la biografia completa.

freccetta TOP
 
 
 

Sea Shepherd 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Sea Shepherd

Sea Shepherd è un’organizzazione internazionale senza fini di lucro, la cui missione è quella di fermare la distruzione dell’habitat naturale e il massacro delle specie selvatiche negli oceani del mondo intero , al fine di conservare e proteggere l’ecosistema e le differenti specie.
Sea Shepherd pratica la tattica dell’azione diretta per investigare, documentare e agire quando è necessario mostrare al mondo e impedire le attività illegali in alto mare.
freccetta TOP
 
 
 

Lorenzo Shoubridge 300x83 pixel

ATTIVITA’ 2019

Allori affiancati Shoubridge

Lorenzo Shoubridge

Nato in Versilia e laureato in Agraria il suo amore per la natura lo ha portato a diventare fotografo naturalista con una sfrenata attitudine verso il microcosmo, un universo parallelo dominato da insetti, aracnidi e ogni altro genere di artropodi. La sfera che più lo appassiona riguarda i lepidotteri, cioè le farfalle, con i loro bizzarri cicli vitali e la loro superba bellezza.
Con le sue fotografie, cerca col minor impatto possibile, di portare a casa delle persone un istante di natura, per cercare di sensibilizzarle alle problematiche che oggi più che mai affliggono il nostro pianeta.
Nel 2018 la sua foto “Sinuos moves” raffigurante un (presunto) rituale di corteggiamento tra due Marassi si è aggiudicata la menzione d’onore nella categoria Comportamento: Anfibi e Rettili, all’interno del prestigioso concorso internazionale Wildlife Photographer of the Year indetto dal Natural History Museum di Londra, oltre a questo gli si sono stati aggiudicati molti altri premi come, Asferico, Oasis Photocontest e molti altri.
freccetta TOP 
 
 
 
Marco Stoppato 300x83 pixel
ARCHIVIO ATTIVITA’

Marco Stoppato

Classe 1962, maturità classica, laurea in scienze geologichespecializzazione in vulcanologia. Giornalista (pubblicista) e fotografo professionista free-lance dal 1989. Collaboratore di numerose riviste in Italia e all’estero, fotografo ufficiale di tre edizioni del Camel Trophy e di due edizioni del raid Donnavventura. Cofondatore dell’Associazione di Divulgazione Scientifica Vulcano Esplorazioni. Autore di libri, reportage, guide turistiche e consulente per la realizzazione di documentari. Ideatore e realizzatore di numerose mostre di divulgazione scientifica. Creatore di laboratori di divulgazione dedicati alle scienze della Terra e ideatore di musei. Esperienza di viaggi in aree del mondo di particolare interesse naturalistico e geologico, 85 Paesi visitati. Guida geologica e naturalista in Islanda, Hawaii e Costa Rica per Tour Operar. Ideatore di un progetto volto all’educazione al rischio sismico nelle scuole e del progetto “BANCHI ANTISISMICI”

freccetta TOP
 
 
 
Taranto 300x83 pixel

ATTIVITA’ 2019/2020
ARCHIVIO ATTIVITA’

Paolo Taranto

Amante della natura e degli animali sin dalla più tenera età, ha deciso di dedicare a questa passione i suoi studi e la successiva attività lavorativa. Si è laureato in biologia e in scienze naturali e ha ottenuto in seguito varie specializzazioni attraverso corsi formativi e master specifici; ha lavorato come biologo/naturalista libero professionista e da dieci anni ha dedicato le sue attenzioni anche alla fotografia naturalistica e al documentarismo. Le sue specializzazioni vanno dalla gestione e progettazione di aree protette al monitoraggio e conservazione della biodiversità; in particolare si è occupato di rapaci notturni e diurni, che sono anche tra i suoi soggetti preferiti in ambito fotografico e video. Ha sempre usato la fotografia e il video allo scopo di documentare la biologia degli animali e per questo utilizza spesso tecniche complesse come sensori automatici, video slowmotion, riprese remote e attrezzature avanzate per le riprese notturne. Ha collaborato con numerose riviste nazionali e internazionali anche come giornalista scientifico e lavora con numerosi videomaker per la realizzazione di documentari naturalistici; i suoi video e le sue foto sono stati utilizzati in numerosi volumi scientifici soprattutto all’estero e venduti a emittenti TV (Rai, Mediaset), BBC, Musei etc.

freccetta TOP
 
 
 
Tomasinelli 300x83 pixel

ARCHIVIO ATTIVITA’

Francesco Tomasinelli

Nato a Genova 1971, laureato in Scienze Ambientali Marine presso l’Università di Genova, è stato da sempre affascinato dalla natura, soprattutto dalle sue espressioni più insolite. Ha lavorato in Italia e negli Stati Uniti in grandi acquari, per poi dedicarsi all’editoria, alla divulgazione scientifica e alle consulenze ecologiche e ambientali per aziende e studi professionali. Come fotogiornalista e inviato collabora con diverse case editrici e riviste, soprattutto nel settore scienza e turismo (Touring, Focus, Rivista della Natura), oltre che con 2 agenzie fotografiche, in Italia e negli Stati Uniti (AGF e Science Source). E’ specializzato in immagini di natura, viaggio, scienza e documentazione dettagliata delle professioni e ha tenuto corsi di fotografia per Touring, Legambiente, Rivista della Natura. Assieme al comico di Zelig Antonio Ornano ha inventato un format di divulgazione scientifica che è stato portato in teatri, musei e festival in tutta Italia, ed è ospite regolare della trasmissione GEO di Rai 3.
Leggi la biografia completa e i premi.

freccetta TOP
 
 
 

Stefano Unterthiner 300x83 pixel
ATTIVITA’ 2019
ARCHIVIO ATTIVITA’

Allori Stefano Unterthiner

Stefano Unterthiner

Nato ad Aosta nel 1970, Stefano Unterthiner inizia a fotografare a diciassette anni. Dopo la laurea in Scienze Naturali a Torino, ottiene un dottorato di ricerca in zoologia ad Aberdeen (Scozia). Negli anni degli studi, Stefano continua a fotografare e scrivere per alcune riviste italiane, tra cui Airone e Oasis, di cui è anche responsabile scientifico per tre anni. Nel 2000, per uno dei suoi primi reportage, gli viene conferito il premio LIPU Mario Pastore per il miglior giovane giornalista per l’ambiente che segna l’inizio della sua attività professionale. Recentemente, ha ricevuto il premio alla carriera Green ‘Anello verde’. Oggi Stefano è un affermato fotografo, con centinaia di collaborazioni con riviste ed editori in tutto il mondo. Le sue fotografie sono state esposte in decine di mostre personali e premiate nei più importanti concorsi fotografici internazionali. Vanta il record italiano di fotografie premiate Wildlife Photographer of the Year. Stefano è autore di otto libri fotografici ed è stato il primo italiano, nella storia della fotografia moderna, a lavorare su incarico del National Geographic. Nel 2010, con la moglie Stéphanie, crea The Little Wild Gallery: una sua personale galleria fotografica, attualmente aperta al Forte di Bard, in Valle d’Aosta. Nel 2012, Stefano viene scelto dalla regione Valle d’Aosta come testimonial per il progetto di ecoturismo VIVA. Nel 2013 firma il calendario Epson, il più importante calendario italiano dedicato alla fotografia d’autore.
Nel 2014 entra a far parte del comitato etico-scientifico di Mountain Wilderness.
On Assignment: una vita selvaggia è il suo ultimo libro, che celebra i 20 anni di carriera.

freccetta TOP
 
 
 

Urso 300x83 pixel
ATTIVITA’ 2019/2020
ARCHIVIO ATTIVITA’

Allori affiancati Urso 277x107pixel
Vincitore del Wildlife Photographer of the Year 2017 e Autore dell’anno FIAF 2017
Marco Uro

E’ uno dei più grandi “wildlife and travel photographer” a livello internazionale.
E’ docente riconosciuto FIAF, fa parte della FIAP, dell’AFNI, di cui è il delegato per la Lombardia e del GDT tedesco. Le sue foto sono state utilizzate per libri di natura e viaggi in tutto il mondo e sono state pubblicate da riviste come National Geographic, Nature Images, Nature Best, Outdoor Photographer, Asferico, Go Nordic.

Negli ultimi due anni è stato premiato in più di centoventi concorsi nazionali e internazionali, come il Wildlife Photographer of the Year, il National GeographicTravel Photographer of the YearNature Best ed European Photographer of the Year.
È un inviato speciale per le riviste Oasis e Natura, sulle quali pubblica regolarmente i suoi servizi.
È un fotografo ufficiale Fujifilm, testimonial e tester per il brand.
Le sue foto sono state esposte a Washington, San Francisco, Londra, Colonia, Singapore, San Pietroburgo e Mosca…

Ha visitato 74 paesiscrive e pubblica articoli e servizi sulle più importanti riviste di settore.

Nel 2014 è entrato a far parte della Squadra Nazionale Italiana di Fotografia Naturalistica che ha poi vinto la medaglia d’oro ai campionati mondiali e nel 2015 in quella di reportage e viaggio vincendo anche qui la medaglia d’oro nei campionati mondiali in Indonesia.

Nel 2015 è entrato a far parte del comitato scientifico dell’Associazione Culturale Radicediunopercento in qualità di docente di fotografia ed accompagnatore in viaggi e safari fotografici nei più affascinanti luoghi del pianeta.
Leggi la biografia completa e i premi.

freccetta TOP
 
 
 

Veronesi 300x83 pixel

ARCHIVIO ATTIVITA’

Federico Veronesi

Cresciuto con una fortissima passione per gli animali africani e la fotografia naturalistica, dopo la laurea in Economia, Federico si è trasferito in Kenya nel 2002 per perseguire il suo sogno di vivere nelle savane africane, seguendo e fotografando gli animali nel loro ambiente naturale. Dopo quattro anni di lavoro con sede a Nairobi, si è trasferito in una tenda nel Masai Mara, ed è diventato un fotografo professionista e una delle più ricercate guide per safari fotografici in Africa Orientale e altri paesi africani (certificato dall’Associazione Guide Professioniste del Kenya, KPSGA). Le sue stampe fine-art in edizione limitate sono vendute regolarmente in tutto il mondo.
Nel 2015 è stato pubblicato in tutto il mondo il suo primo libro fotografico, Luce e polvere (Light and Dust, Marsilio Editore, 2015), che raccoglie alcuni delle sue migliori immagini e le storie che le accompagnano. Le sue immagini sono state pubblicate in tutto il mondo su alcune delle più prestigiose riviste di natura, quali BBC Wildlife, Africa Geographic e compaiono tra gli altri su diversi libri della Natural History Unit della BBC.
Le sue immagini sono state premiate in alcuni dei più importanti concorsi di fotografia naturalistica, quali Nature’s Best Windland Smith Rice (vincitore assoluto nel 2011 e vincitore di categoria nel 2009 e 2016), GDT European Wildlife Photographer of the Year (2016), Glanzlichter e Sony World Photography Awards (2009).
Federico è particolarmente appassionato alla conservazione della fauna Africana, e dona regolarmente le sue immagini a progetti e organizzazioni attive in questo settore.
Leggi la biografia completa e i premi.

freccetta TOP