MENU
Visit Us On Facebook

Hanno collaborato


Walter Bassi 300x83 pixel   Alessandro Bee 300x83 pixel   Emanuele Biggi 300x83 pixel

Valter Binotto 300x83 pixel   Roberta Castiglioni 300x83 pixel   Daniela De Donno 300x83 pixel

Eleonora De Sabata 300x83 pixel   Davide Donati 300x83 pixel   Luca Lupi 300x83 pixel

Antonio Marchitelli 300x83 pixel   Antonio Peruz 300x83 pixel   Simone Sbaraglia 300x83 pixel

Sea Shepherd 300x83 pixel   Marco Stoppato 300x83 pixel   Stefano Unterthiner 300x83 pixel
 
 
 
Walter Bassi 300x83 pixel

Walter Bassi

Nato a Milano il 19 maggio 1975. Fotografo per passione, dal 2013 ha preso parte a diversi concorsi fotografici (Arte dell’oceano, Sotto il mare, Geografia oceanica, Tartaruga d’oro, Società reale, Euronature) ed è stato premiato come finalista nella sezione Invertebrati del Wildlife Photographer of the Year nel 2016. Predilige la fotografia macro e il comportamento, amante del mare nel 2011 ha preso il brevetto di salvataggio.

freccetta TOP
 
 
 
Alessandro Bee 300x83 pixel
INCONTRI GRATUITI, BEE

Alessandro Bee

fotografo naturalista di livello internazionale. Laureato in Scienze Naturali, ha conseguito un master in comunicazione della scienza. Da anni si dedica all’insegnamento delle scienze, alla conservazione della natura e alla comunicazione scientifica. Ha ricevuto significativi riconoscimenti in ambito fotografico come quattro premi al prestigioso concorso internazionale Wildlife Photographer of the Year, del Natural History Museum di Londra.
La primatologa di fama mondiale Jane Goodall, Messaggero di pace per l’ONU e medaglia d’oro dell’Unesco, ha scritto l’introduzione della sua mostra “In Africa” e ha inaugurato varie mostre fotografiche di Alessandro. Le sue opere sono state esposte in diverse sedi internazionali, tra cui il Manege Museum Central Exhibition Hall di San Pietroburgo. Ha esposto mostre personali presso le National Geographic Store Galleries di Londra e di Singapore.”

freccetta TOP
 
 
 

Emanuele Biggi 300x83 pixel
INCONTRI GRATUITI, BIGGI

Emanuele Biggi

Naturalista, fotografo naturalista con un dottorato in Scienze Ambientali Marine ed un’enorme passione per le tematiche naturali. Presentatore televisivo nella trasmissione Geo su Rai3, ha vinto inoltre diversi concorsi fotografici come il prestigioso Wildlife Photographer of the Year nel 2018 e nel 2011.

Dal settembre 2017 è membro associato della International League of Conservation Photographers.

Fotografo e comunicatore scientifico, specializzato nello studio e nella ripresa degli animali più insoliti e meno conosciuti, quali ragni, anfibi e rettili, che cerca qui in Italia o durante spedizioni in Africa e in Sud America…

Leggi la biografia completa

freccetta TOP
 
 
 

Valter Binotto 300x83 pixel
INCONTRI GRATUITI, BINOTTO

Valter Binotto

Fotografo naturalista per passione.
E’ stato premiato ai più importanti concorsi di fotografia naturalistica internazionali tra cui il Wildlife Photographer of the Year dove ha ricevuto due menzioni (2011 e 2013) e dove nel 2016 è stato premiato come vincitore di categoria nella sezione mondo vegetale.

Abita a Possagno, un paesino ai piedi del monte Grappa, in provincia di Treviso.
Principalmente fotografa la natura ‘’a due passi da casa’’. Questo non perché non sia attratto dalla natura lontana, anzi tutt’altro. Piuttosto, trova che vicino a casa, ogni occasione sia buona per poterci andare. Può seguire l’andamento delle stagioni, nelle stagioni può seguire i mutevoli scenari che si presentano di giorno in giorno.
A due passi da casa ha il Monte Grappa, la prima grande montagna che lo sguardo incontra dalla pianura veneta orientale. A due passi da casa trova i morenici colli Asolani, il tutto inserito tra due grandi fiumi: Piave e Brenta. Di questi luoghi, che segue con costanza da sempre, ne è diventato inconsapevole testimone, conoscitore e promotore.
Attraverso la fotografia di natura cerca di promuoverne la salvaguardia. E ‘convinto che solo se riusciamo a farla amare e rispettare potremmo farla conoscere anche a chi verrà dopo di noi. Per questo collabora con associazioni per la tutela della natura, in particolare con la locale sezione della Lipu dove, anche attraverso la fotografia, si impegna nella tutela dell’ambiente circostante.
Grazie alle nuove possibilità ed alle tecnologie che la fotografia digitale ci offre, segue il movimento della natura, la lenta rotazione delle stelle, lo sbocciare di un fiore, la divisione cellulare o la nascita di una farfalla. Utilizzando la tecnica del ‘’Time-lapse” rende visibile ciò che l’occhio umano altrimenti non può vedere.

freccetta TOP
 
 
 

Roberta Castiglioni 300x83 pixel
INCONTRI GRATUITI, CASTIGLIONI

Roberta Castiglioni

Zoologa. Laureata in Scienze Naturali.
Membro del C.D. della Società Italiana di Scienze Naturali (SISN) di cui è socio dal 1997. Fondatore del Centro Studi Fauna Vertebrata. “Luigi Cagnolaro” (CSFV) della SISN, ne è stata Responsabile dal 2003 al 2008 e dal 2015 ad oggi. Ha svolto ricerche sui primati (Macaca nemestrina) al Centro Ricerche Primati Ospedale San Raffaele a Milano e in Marocco (Macaca sylvanus). Ha svolto ricerche sulla marmotta alpina, sulla nutria, sui lemuri e sulla distribuzione storica dell’orso e del lupo. Attualmente è responsabile di vari progetti sulla fauna tra i quali spiccano il progetto “Ibis sacro in Lombardia” e “Parrocchetto monaco in Lombardia”. E’ stata curatrice e relatrice di molti cicli di conferenze naturalistiche, pubblicazioni e mostre. Socio fondatore del Centro Studi Storico Naturalistici della SISN. Correlatore di numerose tesi di laurea in Scienze Biologiche e Scienze Naturali. E’ titolare della Darwin-Ricerca e Divulgazione Naturalistica, dal 1999 dirige la ricerca e la divulgazione scientifica del Parco Faunistico Le Cornelle. Consulente scientifico e conduttrice di trasmissioni televisive per Mediaset/Rai/Sky. Leggi il curriculum…

freccetta TOP
 
 
 

Daniela De Donno 300x83 pixel
INCONTRI GRATUITI, DE DONNO

Daniela De Donno

Biologa, inizia la sua collaborazione nel Burundi con Jane Goodall presso il centro “Chimpanzee Half-way House” del Jane Goodall Institute (JGI), Lavora per le Nazioni Unite in qualità di Coordinatore degli Osservatori Internazionali dell’ONU per le regioni Kigoma e Ruha. In seguito all’arrivo dei rifugiati dal Burundi in Tanzania, alla stesura di un progetto dell’Unione Europea per la tutela delle aree colpite dall’afflusso dei rifugiati. Nel 1995 inizia a collaborare in Tanzania con “Sanganigwa Children’s Home”, centro di accoglienza per bambini orfani di AIDS e crea nel 1998 un programma di sostegno in loro favore coinvolgendo privati cittadini ed enti.
Nel 1998 fonda il Jane Goodall Institute Italia per l’Uomo, gli Animali e l’Ambiente (JGI Italia onlus), Organizzazione di Protezione Ambientale riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente impegnata in Africa e in Italia in progetti di conservazione incentrati sullo sviluppo delle comunità locali, per la tutela della natura e degli scimpanzé e per la promozione, in particolare tra i giovani, di un’educazione alla sostenibilità e di un’etica civile.
Nel 2002 riceve il “Mimosa d’Oro”, per l’impegno ambientale e umanitario, nel 2008 il “Muse del Salento”, nel 2016 l’Alto Riconoscimento Virtù e Conoscenza patrocinato da Ministero della Cultura e Regione Puglia. Nel 2017 riceve il premio “Terre de Femmes” della Yves Rocher-Institute de France. Il suo CV è in Merito al femminile. Talenti di donne tra lavoro e vita privata, pubblicazione patrocinata dal Ministero del Lavoro. Sotto la sua direzione nel 2010 the Jane Goodall Institute Italia riceve il premio “La Lupa città di Roma”.

freccetta TOP
 
 
 

Eleonora De Sabata 300x83 pixel
INCONTRI GRATUITI, DE SABATA

Eleonora De Sabata

E’ la curiosità di scoprire e il gusto nel raccontare, il tratto distintivo di Eleonora de Sabata, giornalista e fotografa di mare, che unisce un’intensa attività di esplorazione sottomarina al giornalismo, la divulgazione e la ricerca scientifica. Da trent’anni, la diffusione della cultura del mare è il suo impegno principale. Attualmente è coordinatrice del progetto europeo Clean Sea Life, campagna di sensibilizzazione che unisce subacquei, pescatori, diportisti, ragazzi e cittadini nella difesa del mare, e del progetto Stellaris sullo squalo gattopardo.

freccetta TOP
 
 
 

Davide Donati 300x83 pixel

Davide Donati

Davide Donati (Bologna, 12 agosto 1975) botanico ed esploratore italiano.
Tra gli esploratori botanici italiani più attivi, nel recente passato ha scoperto e descritto almeno 15 nuove specie appartenenti principalmente alle famiglie delle Cactaceae e delle Crassulaceae, citate anche su quotidiani e riviste specializzate. Tra queste specie vi è Corynopuntia guccinii, un cactus dedicato nel 2010 al cantautore Francesco Guccini. Membro del Gruppo di Ecologia e Diversità Vegetale dell’Università di Bologna.
freccetta TOP
 
 
 

Luca Lupi 300x83 pixel
INCONTRI GRATUITI, LUPI

Luca Lupi

classe 1966, è un esploratore, fotografo e scrittore.
Durante gli studi universitari ha fondato la Vulcano Esplorazioni e avvalendosi della collaborazione di vulcanologi italiani e stranieri, ha studiato e organizzato numerose spedizioni scientifiche ed naturalistiche sui vulcani italiani e greci, e nelle aree vulcaniche di Islanda, Africa Orientale, Centro e Sud America.
Considerato uno dei massimi esperti al mondo dell’area della Dancalia, porzione settentrionale del triangolo degli Afar, nel gennaio 2012 ha presentato al congresso internazionale di geologia Magmatic Rifting & Active Volcanism Conference, svoltosi ad Addis Abeba, la prima carta geologica-escursionistica della Dancalia mai realizzata prima dalla quale sono nati anche due carte in rielievo dell’area.

freccetta TOP
 
 
 

Antonio Marchitelli 300x83 pixel

Antonio Marchitelli

Presidente GOL
Gruppo Ornitologico Lombardo

Da sempre impegnato nella militanza sociale e nell’impegno civile, considera la fotografia naturalistica un mezzo per avvicinare le persone ai temi dell’ambiente e della natura. Ha una sconfinata passione per tutto quello che riguarda l’ambiente: i parchi naturali, le montagne, i fiumi, le paludi e le terre del Nord, Finlandia, Islanda, Olanda, Danimarca. Da alcuni anni è impegnato nel Parco Adda Sud come Guardia Ecologica Volontaria, nell’ambito del Gruppo di Rilevamento Ambientale. È attivo nei censimenti dell’avifauna, nel monitoraggio delle garzaie e nella redazione del periodico del Parco “Il Ligustro”. È autore di numerose e belle pubblicazioni (libri e dvd) che testimoniano il suo grande impegno.
freccetta TOP
 
 
 

Antonio Peruz 300x83 pixel

Antonio Peruz

Vice-Presidente GOL
Gruppo Ornitologico Lombardo

Socio dal 1995, cura il sito internet del GOL, la Newsletter ed il gruppo Facebook. Coordina le attività di Segreteria e del Consiglio Direttivo. Ha partecipato a vari censimenti per lo studio e la conservazione dell’Avifauna: Parco Ticino, Parco Villa Ghirlanda Silva, Orto Botanico Brera, Oasi Naturalistica Lago Boscaccio, Riserva Naturale Sorgenti Muzzetta, International Waterbirds Census (IWC), Riserva Borromeo di Corneliano. Organizza personalmente le serate fotografiche al Museo di Storia Naturale di Milano e tiene i contatti con la Redazione della rivista PICUS.
freccetta TOP
 
 
 


Simone Sbaraglia 300x83 pixel
INCONTRO con SIMONE SBARAGLIA: LUCI E OMBRE
INCONTRO con SIMONE SBARAGLIA: A TU PER TU CON LA NATURA
VIAGGI con SIMONE SBARAGLIA

Simone Sbaraglia

è uno dei fotografi naturalisti italiani più premiati negli ultimi anni, viaggia costantemente nei cinque continenti per documentare la bellezza, l’armonia e la fragilità del nostro pianeta, nella speranza che possa essere preservato per le generazioni future.

Nord e Sud America, Europa, Canada, Alaska, Africa ed Asia, i reportage naturalistici di Simone sono pubblicati sulle più importanti riviste di natura e su molte testate nazionali ed estere.

Le fotografie di Simone Sbaraglia hanno ricevuto i più prestigiosi riconoscimenti internazionali: Campionato Italiano Oasis photo Contest nel 2012, il primo Premio Small World al Concorso internazionale Nature’s Best Photography nel 2013, il Primo Premio mammiferi nel prestigioso Glanzlichter International Photography Competition che ha vinto, unico al mondo, per tre anni consecutivi 2012, 2013 e 2014, l’ambitissimo ZSL Animal Photography Prize 2014 e nel 2014 una delle sue immagini è stata premiata al Wildlife Photographer of the Year.

Le sue foto sono state esposte in Italia, Regno Unito, Francia USA Canada ed ospitate tra gli altri dallo Smithsonian Natural History Museum di Seattle e dalla Lennox Contemporary Gallery di Toronto.
Leggi la biografia completa.

freccetta TOP
 
 
 

Sea Shepherd 300x83 pixel

Sea Shepherd

Sea Shepherd è un’organizzazione internazionale senza fini di lucro, la cui missione è quella di fermare la distruzione dell’habitat naturale e il massacro delle specie selvatiche negli oceani del mondo intero , al fine di conservare e proteggere l’ecosistema e le differenti specie.
Sea Shepherd pratica la tattica dell’azione diretta per investigare, documentare e agire quando è necessario mostrare al mondo e impedire le attività illegali in alto mare.
freccetta TOP
 
 
 
Marco Stoppato 300x83 pixel
MOSTRE con MARCO STOPPATO

Marco Stoppato

Classe 1962, maturità classica, laurea in scienze geologichespecializzazione in vulcanologia. Giornalista (pubblicista) e fotografo professionista free-lance dal 1989. Collaboratore di numerose riviste in Italia e all’estero, fotografo ufficiale di tre edizioni del Camel Trophy e di due edizioni del raid Donnavventura. Cofondatore dell’Associazione di Divulgazione Scientifica Vulcano Esplorazioni. Autore di libri, reportage, guide turistiche e consulente per la realizzazione di documentari. Ideatore e realizzatore di numerose mostre di divulgazione scientifica. Creatore di laboratori di divulgazione dedicati alle scienze della Terra e ideatore di musei. Esperienza di viaggi in aree del mondo di particolare interesse naturalistico e geologico, 85 Paesi visitati. Guida geologica e naturalista in Islanda, Hawaii e Costa Rica per Tour Operar. Ideatore di un progetto volto all’educazione al rischio sismico nelle scuole e del progetto “BANCHI ANTISISMICI”

freccetta TOP
 
 
 

Stefano Unterthiner 300x83 pixel
INCONTRI GRATUITI, UNTERTHINER

Stefano Unterthiner

Nato ad Aosta nel 1970, Stefano Unterthiner inizia a fotografare a diciassette anni. Dopo la laurea in Scienze Naturali a Torino, ottiene un dottorato di ricerca in zoologia ad Aberdeen (Scozia). Negli anni degli studi, Stefano continua a fotografare e scrivere per alcune riviste italiane, tra cui Airone e Oasis, di cui è anche responsabile scientifico per tre anni. Nel 2000, per uno dei suoi primi reportage, gli viene conferito il premio LIPU Mario Pastore per il miglior giovane giornalista per l’ambiente. Quell’anno, e quell’importante riconoscimento, segnano anche l’inizio della sua attività professionale. Oggi Stefano è un affermato fotografo, nel 2017 e nel 2016 si è aggiudicato due premi da finalista, nel prestigioso concorso Wildlife Photographer of the Year. Ha collaborato con centinaia di riviste ed editori in tutto il mondo. Le sue fotografie sono state esposte in decine di mostre personali e premiate nei più importanti concorsi fotografici internazionali. Dal 2009, inizia a lavorare su incarico per il National Geographic, diventando il primo italiano, nella storia della fotografia moderna, a pubblicare un servizio fotografico completo sulla prestigiosa rivista americana. Nello stesso anno, assieme all’amico e agente di lunga data Paolo Ciambi, fonda la casa editrice Ylaios, con la quale pubblica i suoi ultimi libri. Nel 2010, con la moglie Stéphanie, crea The Little Wild Gallery: una sua personale galleria fotografica, attualmente aperta al Forte di Bard, in Valle d’Aosta. Nel 2012, Stefano viene scelto dalla regione Valle d’Aosta come testimonial per il progetto di ecoturismo VIVA. Nel 2013 firma il calendario Epson, il più importante calendario italiano dedicato alla fotografia d’autore.
Nel 2014 entra a far parte del comitato etico-scientifico di Mountain Wilderness.
Il sentiero perduto è il suo settimo libro.

freccetta TOP